Cooperativa Il Ponte

Attività Socio-Occupazionali

Al CSE i ragazzi sono accompagnati in un percorso di crescita personale globale. Ciò avviene, in una fase iniziale, all’interno del Servizio (sia attraverso laboratori pratico-manuali che espressivi); in seguito, là dove l’utente mostri un discreto livello di gestione  del sé e sufficienti autonomie personali e sociali, l’equipe educativa pensa ad un inserimento esterno attivando un’attività socio-occupazionale esterna, ovvero

un percorso educativo/formativo che si realizza in un contesto non protetto, di normalità e che richiede lo svolgimento di specifiche mansioni nel rispetto di tempi e regole.”

L’attività socio-occupazionale può essere di due tipologie:

  • ORIENTATA AL LAVORO fa sperimentare il ragazzo in un ambiente esterno, simil-lavorativo che richiede l’assunzione di un ruolo adulto a contatto con gli altri; con l’obiettivo di verificare la presenza e lo sviluppo di pre-requisiti lavorativi, indispensabili per un futuro inserimento nel mondo del lavoro (attraverso passaggio allo SFA e successivamente al SIL)

 

  • SOCIALIZZANTE fa sperimentare attività di integrazione sociale e di mantenimento delle abilità pratico-manuali, in realtà altre rispetto al Servizio, a  quegli utenti per i quali non si prevede un futuro inserimento del mondo del lavoro (poichè hanno superato i limiti di età o sono inidonei …)

Ogni utente è seguito da un educatore di riferimento (accompagnamento e monitoraggio), in accordo con l’equipe ATS competente. Gli enti ospitanti possono essere Enti pubblici, piccole ditte o esercizi commerciali, artigiani, ecc… Ogni attività socio-occupazionale è regolata da un CONTRATTO scritto stipulato tra la Cooperativa, l’ente ospitante ed il soggetto interessato (che definisce orari di frequenza, durata, mansioni, nominativi dei referenti, riferimenti assicurativi, adempimenti sulla sicurezza)E’ a carico della Cooperativa la copertura assicurativa (infortuni, responsabilità civile) e la definizione della posizione INAIL. E’ bene ricordare che l’attività socio-occupazionale esterna è una sorta di tirocinio formativo, NON E’ UN LAVORO.

I ragazzi che hanno svolto attività socio-occupazionali esterne nel 2016 sono stati: 11

ENTI OSPITANTI – Anno 2016

 Cooperativa A.M.I.C.I di Concesio  – Di Chello Giovanni

Ditta Gnali Bocia di Lumezzane – Mazzoldi Antonietta

Bar “Millefiori” di Cailina – Santori Marzia

Biblioteca di Concesio – Zanardelli Daniela

Comune di Sarezzo (Ufficio Cultura) – Tavella Gianfranco

Istituto “Suore delle poverelle” di Cailina – Suor Luciana Bazzon

Ristorante vegetariano “L’Arcobaleno” di Brescia – Abbadati Cristina

Negozio “Bionatura” di Villa Carcina – Bianchetti Francesca

Segreteria Istituto “T. Olivelli” di Villa Carcina – Rubagotti Adriana

Oratorio-Parrocchia di Cailina – Don Cesare Vanzini

Cooperativa Karibu-Chiosco solidale – Galletti Adriano

Cogliamo l’occasione per RINGRAZIARE tutti i responsabili degli enti ospitanti ed i referenti-tutor interni per la disponibilità e sensibilità mostrate nei nostri confronti!!

Nota: su indicazioni del Consorzio Valli, tutte queste esperienze di esercitazione esterna degli utenti del CSE sono da considerarsi “Tirocini extracurricolari”. Dalla fine del 2016 saranno adottate nuove modulistiche ed seguiti specifici protocolli, comuni ai tutti i Servizi CSE-SFA della Valle.